1

App Store Play Store Huawei Store

mazzotti cristina

CASTELLETTO TICINO – 03-01-2022 -- Un libro per ricordare Cristina Mazzotti. E' quello di Corrado Canfora, procuratore della Repubblica di Novara ora in pensione dal 2007, utilizzando tutta la requisitoria ed il materiale del processo che portò alla condanna all’ergastolo di otto persone, sui dieci accusati. I fatti fecero molto scalpore. La banda, dopo il rapimento della giovane avvenuto il 30 giugno 1975, la recluse in una buca sottoterra in un box di Castelletto Ticino. La giovane morì di stenti dopo 28 giorni e per i sonniferi che i carcerieri le avevano somministrato e i sequestratori gettarono il cadavere in una discarica a Galliate dove fu rinvenuto il 1 settembre. Il libro è la trascrizione integrale della requisitoria del magistrato in Corte di Assise che ripercorre i momenti dal sequestro della 18 enne mentre rientrava nella casa dei genitori ad Eupilio (Como) fino al ritrovamento. Tutti i proventi della vendita del libro saranno devoluti alla Fondazione Mazzotti. (M.R)