1

App Store Play Store Huawei Store

ss33 arona

ARONA - 01-06-2021 -- Anas (Gruppo FS Italiane) ha comunicato di aver consegnato lunedì 31 maggio all’impresa esecutrice la seconda fase dei lavori di ripristino della statale “del Sempione” ad Arona, in provincia di Novara.
Registrato a fine settembre 2020 il cedimento del muro di sostegno lato lago che ha causato l’avvallamento della corsia per Meina all’altezza del km 65,300, è stato eseguito un primo intervento di consolidamento della piattaforma stradale – tramite paratia di micropali – che ha consentito di riaprire al traffico la statale a dicembre con circolazione regolata a senso unico alternato.
La seconda fase di intervento, avviata il 31 maggio, prevede l’esecuzione di una serie di ulteriori lavorazioni finalizzate a riaprire al transito la carreggiata in entrambe le direzioni senza limitazioni tramite la demolizione della parte di muro che ha riportato il cedimento, per una lunghezza di circa 100 metri, e l’applicazione di tiranti sulla paratia di micropali precedentemente realizzata per consentire l’apertura a senso alternato.


Una volta raggiunta con le demolizioni la base del muro, saranno realizzate le nuove fondazioni e si procederà con la ricostruzione dell’opera tramite moduli cellulari. Ricostruita l’infrastruttura, sarà realizzato lo sbalzo per l’alloggiamento della pista ciclopedonale e la superficie esterna sarà ricoperta con pietre appositamente scelte per mantenere l’impatto estetico del muro originale.
La progettazione dell’intervento, particolarmente denso, è stata avviata in concomitanza con le esecuzioni dei primi lavori di ripristino e ha tenuto conto delle richieste e delle prescrizioni della Commissione Locale per il Paesaggio, per il tramite del Comune di Arona, in merito alle caratteristiche dei lavori da eseguire sull’infrastruttura. In particolare, è stata sviluppata e ricompresa nel progetto di intervento la costruzione di una pista ciclopedonale a sbalzo lato lago.


Inoltre, in considerazione della vetustà dell’opera e dei vincoli storici e paesaggistici cui è soggetta, il preliminare architettonico è stato anche oggetto di parere da parte della Soprintendenza. Pervenuta a fine aprile l’Autorizzazione paesaggistica, il progetto esecutivo di intervento è stato concluso nell’arco di circa un mese e sono stati subito affidati i lavori con la consegna in data odierna.
L’investimento complessivo per l’esecuzione dei lavori ammonta a circa 2 milioni e 200 mila euro. Il completamento dell’intervento è previsto entro novembre.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.