1

App Store Play Store Huawei Store

acqua rubinetto foto

ARONA - 07-08-2022 -- Una nuova ordinanza del sindaco di Arona, Federico Monti, per il risparmio idrico e limitazioni per l’utilizzo dell’acqua potabile è stata pubblicata all'albo pretorio on line e sul sito del Comune.


La nuova ordinanza richiama la precedente del 7 giugno ad oggetto “UTILIZZO ACQUA POTABILE PER SOLI USI ALIMENTARI E IGIENICOSANITARI A CAUSA DELLA CARENZA IDRICA FINO AL 30/07/2022.” emanata a seguito della nota di Acqua Novara VCO S.p.A.


La nuova ordinanza recita: "Vista la nota inviata da Regione Piemonte a tutti i Comuni piemontesi con la quale si invitavano tutti i Comuni a valutare attentamente, in accordo con il gestore locale del Servizio Idrico integrato lo stato di criticità della risorsa ed adottare specifica ordinanza di divieto di utilizzo di acqua potabile per usi non strettamente necessari ai fini domestici, alimentari e per igiene personale, considerato il perdurare di carenza idrica che sta caratterizzando l’attuale periodo; di concerto con Acqua Novara VCO S.p.A. – Soggetto Gestore il servizio idrico integrato;
Ritenuta necessaria l’adozione di misure di carattere straordinario ed urgente, finalizzate a razionalizzare l’utilizzo delle risorse idriche disponibili, al fine di garantire a tutti i cittadini di poter soddisfare i fabbisogni primari per usi alimentare, domestico ed igienico, vietando al contempo l’uso dell’acqua potabile per altri usi, ORDINAa tutta la Cittadinanza, su tutto il territorio comunale, con decorrenza immediata e sino al termine della criticità idrica che sarà comunicata con revoca della presente ordinanza, il divieto di prelievo e di consumo di acqua potabile per:
• l’irrigazione ed annaffiatura di orti, giardini e prati;
• il lavaggio di aree cortilizie e piazzali;
• il lavaggio di veicoli privati;
• il riempimento di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua;
• tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico.
invitando altresì la Cittadinanza ad un uso razionale e corretto dell’acqua potabile, riconoscendo la massima importanza della collaborazione attiva di tutti i Cittadini".

Il mancato rispetto della presente ordinanza sarà sanzionato ai sensi del D.Lgs 267/2000 e s.m.i. con l’applicazione della pena pecuniaria ivi prevista.