1

App Store Play Store Huawei Store

arona cc movida

ARONA - 18-01-2021 -- Nell'ultimo sabato prima di entrare in zona arancione ed Arona è stata invasa dai giovani. Nel mirino ancora i locali della Movida dove si sono replicati i soliti assembramenti di giovani senza mascherina anche oltre l’orario di chiusura fissato per le 18, tanto che le auto faticavano a transitare in Corso Marconi. Sono intervenuti i carabinieri, dopo che si era scatenata una rissa fra giovani in un vicolo ed in corso Cavour, che hanno identificato un uomo, che ha provocato una colluttazione con un barista che si stava estendendo anche agli altri avventori pericolosamente pigiati fuori dai locali e che nonostante l’intervento della pattuglia di servizio non accennava a calmarsi.


Tullio Mastrangelo, assessore alla sicurezza: “Si tratta sempre dei soliti due locali che gettano discredito su tutte le altre attività che fanno rispettare le regole. Sul posto sono giunti anche i nostri vigili. C’erano troppe persone, vedremo cosa ci giungerà dai Carabinieri.”
Alberto Gusmeroli, il vice sindaco: “ Mi sono recato anche io sul posto, c’era troppa gente".

Duro anche il sindaco Federico Monti: "Ne abbiamo abbastanza di queste situazioni, garantiamo la possibilità di prolungare il periodo dei dehors, ma ci sono persone che non vogliono sapere delle regole. Sabato sera c’erano numerose infrazioni che si potevano notare ad occhio. Molti non vogliono indossare la mascherina”. 

Sabato sera c’erano molti giovani in giro senza mascherina, ieri domenica almeno una cinquantina di persone erano davanti ai bar del lungolago dove si faceva asporto. (M.R)

arona_cc_movida_2.jpegarona_movida.jpeg