1

App Store Play Store

pros

BELLINZONA - 30-11-2020 -- Protettori fuorilegge nello Stato in cui la prostituzione è legale. Nonostante in Ticino il “mestiere più antico del mondo” sia consentito, seppur in forme e modi regolamentati, ci sono anche persone che aggirano quelle leggi per lucro personale. È il caso de due romeni -un uomo e una donna- di 38 anni che le autorità ticinesi hanno arrestato nei giorni scorsi nel Bellinzonese. Al termine di un’indagine durata mesi gli è stato contestato il reato di sfruttamento, messo in atto -secondo l’accusa- mediante il controllo diretto delle prostitute, dalle quali pretendevano, oltre a una quota dei guadagni derivanti dalle prestazioni sessuali coi clienti, anche denaro extra per presunte pratiche amministrative di regolarizzazione. In più gestivano gli appartamenti in cui queste esercitavano, imponendo affitti esagerat

 

i.