1

App Store Play Store

brianti

ARONA - 29-11-2020 -- Una nuova defezione nella minoranza aronese.

Dopo Massimo Tosi, candidato sindaco di “Arona Domani” e del PD, lascia anche Luca Brianti (Fratelli d’Italia) anche lui candidato a primo cittadino ad Arona nello scorso settembre. Le dimissioni di  Brianti, da poco eletto Presidente della Commissione di Controllo del Consiglio Comunale, sono state un fulmine a ciel sereno. Così lo stesso Brianti: “Il partito mi ha conferito un incarico sul territorio in vista delle prossime elezioni amministrative comunali a Nebbiuno, Dormelletto e Comignago.Lavorerò comunque su Arona per fare crescere il gruppo e collaborerò con i consiglieri comunali presenti e con il mio sostituto". Brianti sarà sostituito da Piero D’Ippolito, che dovrebbe esordire già il 30 novembre nel prossimo consiglio comunale. Il sindaco Federico Monti usa l’ironia: “Per fortuna che abbiamo vinto noi, se no con i nostri avversari la città sarebbe già commissariata. Brianti sosteneva che i sindaci di Arona sono in realtà due (Monti ed il suo vice Alberto Gusmeroli ndr) ? Meno male almeno c’è una panchina lunga. Comunque Brianti dovrebbe spiegare le sue dimissioni ai 600 aronesi che lo hanno votato.” Carlo Intelisano, primo escluso con la lista “Lago della Bilancia”commenta: “Delle elezioni farsa, con candidati fantoccio che hanno gettato la spugna dopo poco più di mese. La nostra lista non è entrata in consiglio per 50 voti. Eravamo l’unica proposta seria.” Francesco Tognon, candidato non eletto di Forza Nuova dice:” Sono dispiaciuto delle dimissioni di Brianti". (M.R)