1

App Store Play Store Huawei Store

balzo sacco

TORINO - 26-11-2020 -- Una stella da esportazione

che, dal Lago di Mergozzo, s’arrampica sino alla cima d’un grattacielo. Ieri sono stati svelati i nomi dei ristoranti che, per il 2021, si possono fregiare delle stelle della storica e autorevole guida Michelin. L’edizione numero 66, che premia 29 locali d’Italia portando il totale di quelli certificati a 371, segna il bis di Marco Sacco. Il titolare del Piccolo Lago di Verbania, due stelle Michelin, è infatti il patron di “Piano 35”, il ristorante aperto all’interno del grattacielo di Intesa Sanpaolo a Torino sul quale ha scommesso due anni fa insieme ai vertici dell’istituto di credito.

La stella Michelin premia il torinese Christian Balzo, 42enne di Pinerolo che di “Piano 35” è diventato resident chef e che è arrivato ai vertici grazie al rapporto con il verbanese Sacco, che l’ha aiutato a compiere il definitivo salto di qualità dopo 25 anni passati in diverse cucine, anche a fianco di chef stellati.

Nella foto, da sinistra: Balzo e Sacco.